ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCHE SULLA PLASTICITA’ TESSUTALE I distretti gluteo-femorali dell’obesità ginoide, e quelli addominali dell’obesità maschile sono ricchi di cellule da trapiantare per la correzione morfodinamica dell’invecchiamento cervico-facciale

ISCRIZIONE AI CORSI AIRPT

ANTIAGING-ANTICANCEROGENESI


Chirurgia Collagenopoietica delle Obesità

Nuovi strumenti e tecniche potenziate, tensive e modellanti.

Copyright © 2016 Centro Ricerche sulla Plasticità Tessutale


Un nuovo capitolo si apre nel campo della chirurgia correttiva del profilo corporeo. 

La Chirurgia Collagenopoietica rappresenta una rivoluzionaria concezione plastico-rigenerativa per il modellamento chirurgico delle alterazioni del profilo corporeo: atrofie degenerative, traumatiche, iatrogene, IPERTROFIE del tessuto adiposo sottocutaneo, DISTOPIE morfodinamiche prodotte dall’invecchiamento o da esiti iatrogeni e traumatici sono corretti da questa metodica che utilizza, ampliandone gli effetti, i meccanismi fisiologici della guarigione delle ferite.

Grazie alla progressività con la quale realizza i risultati pianificati da un accurato studio antropometrico, e alla completa biocompatibilità dei materiali utilizzati, garantisce risultati estremamente precisi e naturali, offrendo al chirurgo nuovi strumenti e metodologie per mettere a frutto le sue abilità artistiche, oltre che il suo talento tecnico.

La correzione o il ripristino dei lineamenti fisionomici, con le tecniche collagenopoietiche, avviene in tempi successivi, con strumenti microinvasivi, in anestesia locale, e attraverso vie d’accesso, di solito invisibili.

 In tal modo è possibile ottenere un'aderenza al dettaglio mai raggiunta prima d'ora, una vera e propria bio-reversione della silhouette.


CHIRURGIA COLLAGENOPOIETICA 

Autologa, Morfodinamica, Rigenerativa

[BIOREVERSIONE FISIONOMICA NATURALE]

Il modellamento collagenopoietico mira a prevenire, oltre che correggere, i difetti e le irregolarità della forma corporea, la quale è in trasformazione costante, in ragione sia delle forze fisiche che agiscono su di essa, sia del continuo ricambio cellulare. 

Una corretta pianificazione chirurgica dovrà, pertanto, considerare questi effetti morfodinamici per garantire il più stabile dei risultati. 

Poiché il chirurgo plasma una materia in divenire, l'ottimizzazione del risultato sarà anche in funzione del numero delle correzioni e dei ritocchi.


ANTROPOMETRIA E CEFALOMETRIA PUNTI DI PARTENZA DELLA PIANIFICAZIONE CHIRURGICA

La Chirurgia Collagenopoietica è programmata in conformità a modelli cefalo-antropometrici, che consentono l’individuazione istantanea e precisa delle irregolarità fisionomiche e del profilo corporeo.

La tecnica si esegue in anestesia topica (crioanestesia, CRYOCAPS, che producono anestesia da contatto, e riducono le ecchimosi post-infiltrazione), locale o loco-regionale.


1° LIVELLO: stimolazione mesenchimale - AB 53 RA

AB 53 RA è la sigla che designa una delle tecniche propedeutiche della  Chirurgia Collagenopoietica diretta alle seguenti finalità:   

1. Rimozione delle cellule degenerate dermo-epidermiche 

2. Attivazione dello strato basale (cellule staminali)     

3. Stimolazione del microcircolo 

AB 53 RA utilizza strumenti microchirurgici, disegnati e realizzati presso il nostro laboratorio allo scopo di operare su aree di diametro inferiore al millimetro quadrato e asportare strati cellulari di millesimi di millimetro.   

 La tecnica non richede, normalmente, l’uso di anestesia locale, perché utilizza le CRYOCAPS (sfere, capsule criogeniche), che producono anestesia topica in 10-20 secondi.   

Le tre azioni sinergiche realizzate da AB 53 RA producono effetti rigeneranti dermo-epidermici, con addensamento del collagene.   

La collageno-genesi ripristina la distanza tra i punti fisionomici, restituendo il volume originario alle aree del viso, e del contorno corporeo.

Gli strumenti collageno poietici sono inseriti preferibilmente in microincisioni nascoste nelle pieghe della pelle. 

Tuttavia, grazie al diametro delle sezioni modellanti di 1-3 millimetri, la cicatrice residua, anche se posta in aree visibili, guarisce rapidamente senza lasciare reliquati.


2° LIVELLO: DERMO-LIPO-EXERESI

La scelta dello strumentario varia secondo lo spessore cutaneo e la pigmentazione (fototipo). 

Il grado d’intensità e l’estensione del microtrauma, prodotto dalle manovre collagenopoietiche, raggiungono un livello ottimale nei soggetti di sesso maschile con robusta struttura tegumentale.


3° LIVELLO: INNESTI STAMINALI A STAMPO

Il paziente obeso è un donatore ideale di cellule staminali adulte

I distretti gluteo-femorali dell’obesità ginoide, e quelli addominali dell’obesità maschile sono ricchi di cellule da trapiantare per la correzione morfodinamica dell’invecchiamento cervico-facciale.

L’integrità del microcircolo artero-venoso è il requisito cardinale per l’attecchimento dell’innesto. 

Strumenti concepiti per ridurre al minimo possibile la manipolazione e il trauma al tessuto trapiantato garantiscono la protezione della delicatissima struttura vascolare (staminali - periciti).


La Chirurgia Collageno poietica è una tecnica di estremo dettaglio e delicatezza, che si realizza, come vera e propria scultura, in stadi graduali.

Medicazioni modellanti danno forma alla zona trattata, durante il periodo di passaggio dalla formazione di tessuto di granulazione alla sintesi di collagene.

La Chirurgia Collagenopoietica non adopera il bisturi, né farmaci ad azione neurotossica, non lascia cicatrici, se non quando si compiano exeresi minimali in alcune sedi come i quadranti inferiori dell’addome e la regione mediale delle braccia. 

Permette la ripresa rapida delle proprie attività.

La tecnica, ambulatoriale, in anestesia topica, locale o loco-regionale, è totalmente innocua e non ha controindicazioni, se non per i pazienti allergici agli anestetici locali. 

La Chirurgia Collagenopoietica, pianificata su dettagliati studi cefalo-antropometrici, ricrea le fattezze fisionomiche originarie e perfeziona il contorno corporeo, in fasi successive. 

La naturalezza dei risultati assimila quest’approccio chirurgico al lavoro dell’artista, che perfeziona la sua opera in successivi ritocchi.

ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCHE SULLA PLASTICITA’ TESSUTALE Un nuovo capitolo si apre nel campo della chirurgia correttiva del profilo corporeo: Chirurgia Collagenopoietica delle Obesità e della Cellulite