ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCHE SULLA PLASTICITA’ TESSUTALE Tossina Botulinica Pasquale Fruscella Direttore Centro Ricerche AIRPT Tossina Botulinica Nuovi Campi d'Applicazione

Corsi AIRPT

ANTIAGING-ANTICANCEROGENESI

TOSSINA BOTULINICA

NUOVI CAMPI D'APPLICAZIONE  


Copyright © Centro Ricerche sulla Plasticità Tessutale


Parole Chiaveblefarospasmo - torcicollo spasmodico - ipersudorazione - spasticità dei piedi nella paralisi cerebrale infantile - cefalea cronica tensiva - spasticità degli adduttori dell'anca nella sclerosi multipla - ragadi anali - tremore essenziale della mano - rughe facciali - pemfigo - eczema disidrosico delle mani - bromidrosi - cromidrosi - nevralgia post-erpetica - cicatrici ipertrofiche dolorose - fenomeno di Raynaud - vasodilatazioni del volto e del tronco - cheratoderma palmo -plantare- ipertrofia prostatica

Argomenti Correlati: Liposcultura - Impianti Alloplastici - Antiaging - Dermoprotezione - Guarigione delle Ferite - Cheiloplastiche - Rughe Naso Labiali - Lipofilling

 



La Tossina Botulinica (TB) è una proteina prodotta da un batterio, il clostridium botulinum, che può contaminare formaggio fermentato, cibo in scatola e affumicato. 


 Il primo avvelenamento da TB fu riconosciuto a Berlino, nel 1815, dove la metà dei convitati ad un banchetto morì per paralisi. Avevano mangiato salsicce; al contrario dell'altra metà che non le aveva toccate. La responsabilità, dunque, fu subito attribuita alla salsiccia, che denominò anche quel tipo d'avvelenamento con il termine di botulismo, dal latino botulus, salsiccia. 


La TB è una proteina voluminosa e pesante, la cui neuro-tossicità, vale a dire il suo potere capace di paralizzare i nervi, risiede nella decima parte della sua struttura. Questa porzione neurotossica è divisa in sette sierotipi diversi, di cui il più potente è il tipo A.

La TB penetra nelle sinapsi neuroghiandolari e neuromuscolari, impedendo che il neurotrasmettitore sia rilasciato e procurando così una denervazione dei muscoli e delle ghiandole, che dura tre, quattro mesi nei muscoli e il doppio nelle ghiandole. 


L'acetilcolina non è l'unico mediatore su cui la TB esplica la sua azione. Recenti studi hanno messo in evidenza effetti inibitori della tossina nei confronti dei neuromediatori delle terminazioni sensitive; in altre parole: l'efficacia della TB su patologie dolorose

Oltre l'acetilcolina, i mediatori inibiti dalla TB sarebbero: la sostanza P, il neuropeptide Y, il peptide vasoattivo intestinale, il glutammato .



Le indicazioni della TB: 

Blefarospasmo

Torcicollo spasmodico

Ipersudorazione

Spasticità dei piedi nella paralisi cerebrale infantile

Cefalea cronica tensiva

Spasticità degli adduttori dell'anca nella sclerosi multipla

Ragadi anali

Tremore essenziale della mano

Rughe facciali


La TB è anche indicata nelle seguenti malattie dermatologiche: 

Pemfigo

Eczema disidrosico delle mani

Bromidrosi

Cromidrosi

Nevralgia post-erpetica

Cicatrici ipertrofiche dolorose

Fenomeno di Raynaud

Vasodilatazioni del volto e del tronco

Cheratoderma plantare

Ipertrofia prostatica



Tossina botulinica

Vedi anche:

Possibili effetti collaterali    Controindicazioni  Domande e Risposte


CORSO D'AGGIORNAMENTO AIRPT

CRYOCAP E TOSSINA BOTULINICA

- Anatomia e Morfodinamica Facciali 

-Nuove Metodologie d'Infiltrazione 

- Le Capsule Criogeniche 

- Gli Aghi Modificati 

- Ossitocina, Adrenalina 

- APPLICAZIONI e posologie: 

blefarospasmo - torcicollo spasmodico - ipersudorazione - spasticità dei piedi nella paralisi cerebrale infantile - cefalea cronica tensiva - spasticità degli adduttori dell'anca nella sclerosi multipla - ragadi anali - tremore essenziale della mano - rughe facciali - pemfigo - eczema disidrosico delle mani - bromidrosi - cromidrosi - nevralgia post-erpetica - cicatrici ipertrofiche dolorose - fenomeno di Raynaud - vasodilatazioni del volto e del tronco - cheratoderma palmo -plantare- ipertrofia prostatica.  

ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCHE SULLA PLASTICITA’ TESSUTALE Tossina Botulinica Pasquale Fruscella Direttore Centro Ricerche AIRPT