ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCHE SULLA PLASTICITA’ TESSUTALE I vantaggi di questa procedura sono: L’abolizione dei rischi legati all’anestesia generale e all’immobilità. La ripresa immediata, post-chirurgica, delle attività (escluse le sportive, per le quali i tempi d’attesa variano secondo il tipo di disciplina). Cicatrici invisibili o limitate ad aree anatomiche circoscritte.

ISCRIZIONE AI CORSI AIRPT

ANTIAGING-ANTICANCEROGENESI


Egregio dott. Fruscella,  

Sono riuscita, dopo anni di tentativi non andati a buon fine, a perdere quei quaranta chili che mi rendevano problematico ogni atto della vita. 

Adesso mi ritrovo con la pelle ridotta a cuscini sgonfi sulle braccia, cosce, addome e dorso. 

Mi è stato consigliato un intervento che consiste in un’incisione circolare attorno ai fianchi fino alla schiena, e tagli supplementari lungo la parte interna delle braccia e dell’inguine. 

Tutto questo richiede, mi spiegavano, oltre cinque ore sotto i ferri, con due equipe chirurgiche che lavorano in anestesia generale e un ricovero di circa una settimana. Ci sono alternative meno cruente? 

Le invio alcune foto del mio stato attuale, ringraziandola in anticipo del consiglio che vorrà inviarmi. 

S.A., Avellino. 

 



Gentile signora, 

È possibile - per ovviare: 1. al  rischio chirurgico elevato (soprattutto per l’inevitabile immobilità, che aumenta il pericolo trombo-embolico), 2. ai lunghi tempi operatori, 3. alle cicatrici visibili e molto estese - eseguire il modellamento del contorno corporeo con le nuove TECNICHE COLLAGENOPOIETICHE che, nel suo caso, richiederebbero una serie d’interventi mini-invasivi ambulatoriali, capaci di: 

Ridurre quasi a zero il residuo adiposo sottocutaneo, per far RESTRINGERE la pelle cadente. 

Ricompattare il derma (COLLAGENE E FIBRE ELASTICHE) ceduto, smagliato, allentato, con MICRO-INTERVENTI progressivi. 


I vantaggi di questa procedura sono: 

L’abolizione dei rischi legati all’anestesia generale e all’immobilità.

La ripresa immediata, post-chirurgica, delle attività (escluse le sportive, per le quali i tempi d’attesa variano secondo il tipo di disciplina). 

Cicatrici invisibili o limitate ad aree anatomiche circoscritte.

Il paziente, rimasto sveglio e collaborante nel contesto operatorio, torna a casa subito dopo gli interventi, per riprendere immediatamente le sue basilari attività.


La Tecnica Collagenopoietica è scrupolosamente legata ad una pianificazione geometrica, che usa strumenti specifici per la valutazione quantitativa dei tessuti da modellare. 

Il paziente è disegnato il giorno che precede l’intervento, con speciali dispositivi ideati per tracciare linee nitide, per riprodurre alla perfezione i DISEGNI ANTROPOMETRICI. 

La correzione del regolare profilo corporeo, con le tecniche collagenopoietiche, avviene in tempi PROGRESSIVI, poiché si avvale di strumenti microinvasivi e vie d’accesso quasi sempre invisibili, con un'aderenza al dettaglio mai raggiunta prima d'ora, per realizzare una vera e propria BIO-REVERSIONE della silhouette. 


ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCHE SULLA PLASTICITA’ TESSUTALE