ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCHE SULLA PLASTICITA’ TESSUTALE Mastoplastica Additiva con Protesi Coniche - Brevetto dr. Pasquale Pasquale Fruscella Direttore Centro Ricerche AIRPT

ISCRIZIONE AI CORSI AIRPT

ANTIAGING-ANTICANCEROGENESI

Pasquale Fruscella 

Direttore Centro Ricerche AIRPT


Protesi Mammaria Conica



Attualmente gli impianti mammari, costituiti da una capsula di silicone riempito di liquidi fisiologici o di gel di silicone, hanno forma rotonda o cosiddetta anatomica, perché ripete la concavità dei quadranti superiori e la convessità dei quadranti inferiori della mammella.


Il primo tipo di impianto è utilizzato quando l’intervento chirurgico è volto a conferire  una forma rotonda al seno rimodellato, il secondo tipo quando sia opportuna una decompressione dei quadranti superiori, come ad esempio nell’impianto sottopettorale, o quando si decida per una forma della mammella con le curve concavo-convesso a cui si è fatto cenno. 



Sono state prodotte anche protesi con la base concava e asimmetrica per adattarsi alla convessità dei due muscoli pettorali.Non esistono altre alternative riguardo la forma della protesi mammaria.  


La nuova protesi mammaria ha forma conica per offrire i seguenti vantaggi rispetto a quelle attualmente in uso:


1. Accentua la forma conica della mammella, offrendo quindi una differente categoria morfologica rispetto a quelle fino ad ora considerate, poiché esistono mammelle, esteticamente ineccepibili, che hanno forma conica. Infatti, come osserva il Testut, il diametro anteroposteriore della mammella può crescere o diminuire: nel primo caso abbiamo la mammella conica e la mammella piriforme, nel secondo caso la mammella appiattita o discoide. 


2. Garantisce la proiezione della mammella quanto, o forse meglio della protesi anatomica, perché il cono mantiene meglio della forma a curve alternate, concavo-convesso.


3. Non ha lo svantaggio delle protesi asimmetriche, derivante dalla dislocazione  e conseguente asimmetria morfologica.


Le dimensioni della protesi, volume, altezza, larghezza si adeguano alle necessità morfo-anatomiche e al tipo di intervento effettuato.

La tecnica chirurgica di impianto è scelta tra le alternative attuali, non presentando alcuna differenza per la modalità di inserimento. 

Che è più agevole e rapido rispetto alle protesi anatomiche e asimmetriche, per le quali ogni minima dislocazione appare evidente nel risultato finale. 

Le protesi coniche proiettano meglio le mammelle, conferendo un aspetto più giovanile rispetto alle protesi attualmente in uso.

ASSOCIAZIONE ITALIANA RICERCHE SULLA PLASTICITA’ TESSUTALE Mastoplastica Additiva con Protesi Coniche - Brevetto dr. Pasquale Pasquale Fruscella Direttore Centro Ricerche AIRPT